Nel Protocollo ITACA, questo prodotto è utile per migliorare il Punteggio dei Criteri:
  • B.4.7 - Materiali da fonti rinnovabili
  • B.4.8 - Materiali locali (Puglia)
  • B.4.10 - Materiali riciclabili o smontabili
  • B.4.11 - Materiali biosostenibili (Puglia)
  • B.6.3 - Trasmittanza termica dell'involucro edilizio
  • B.6.5 - Inerzia termica dell'edificio
  • D.3.1 - Temperatura dell'aria e umidità relativa in ambienti raffrescati meccanicamente
  • D.3.2 - Temperatura dell'aria nel periodo estivo
  • D.3.3 - Temperatura dell'aria e umidità relativa in ambienti riscaldati meccanicamente
  • D.5.6 - Qualità acustica dell'edificio
  • E.6.1 - Mantenimento delle prestazioni dell'involucro edilizio

L'utilizzo di Natural Beton® 200 offre molti vantaggi nella progettazione di edifici sostenibili secondo il Protocollo ITACA:
SOSTENIBILITÀ
  • è un materiale naturale rinnovabile.
  • ha la capacità di assorbire CO2 dall'atmosfera.
  • richiede poca energia per la fabbricazione.
  • è riciclabile a fine vita.
  • se smaltito, si decompone naturalmente.
ISOLAMENTO
  • grazie alla sua massa importante, Natural Beton® è in grado di accumulare calore e di rilasciarlo lentamente con un effetto simile a quello percepito nelle case con muri di pietra: fresco d'estate e caldo d'inverno.
  • ogni pezzetto di canapulo è ricco di microscopici alveoli colmi di aria in cui si susseguono continui processi di micro-condensazione ed evaporazione.
  • grazie alla sua porosità, il materiale garantisce un ottimo assorbimento acustico.
TRASPIRABILITÀ
  • permette il passaggio dell'umidità evitando problematiche di condensa e cattiva qualità dell'aria all'interno dell'edificio.
  • funziona come un polmone regolando l'umidità, assorbendo cioè quella in eccesso e rilasciandola quando l'aria è troppo secca come se fosse un umidificatore.
RESTISTENZA AL FUOCO
  • è resistente al fuoco, al gelo, ad insetti e roditori.
  • assenza di fumi tossici in caso di incendio.
ADATTABILITÀ
  • è applicabile a tutte le componenti dell'involucro: tetto, sottotetto, muratura di tamponamento, cappotto esterno, isolamento interno, sottopavimento.
  • è possibile variare le modalità di miscelazione e le proporzioni dei materiali in base alla necessità.
ECOLOGICITÀ
  • utilizzo di rinnovabili: pietra calcarea e legno di canapa materie prime naturali.
  • assenza di additivi sintetici.
  • assenza di emissioni nocive e inquinanti nell'uso.
  • assenza di radioattività.
UNICITÀ
  • la possibilità di costruire muratura di tamponamento composta da un unico prodotto che svolga, al contempo, la funzione meccanica e quella di isolante, ne rende semplice ed efficace l'impiego nella nuova costruzione e rende Natural Beton® 200 assolutamente competitivo dal punto di vista dei costi rispetto all'edilizia tradizionale.

Almeno il 40% dei gas serra nel mondo è causato dall'industria delle costruzioni e dal consumo energetico degli edifici.
La gran parte degli edifici viene realizzata con materiali non rinnovabili e non riciclabili, che hanno richiesto molta energia per la loro produzione e il trasporto.
Inoltre, i materiali da costruzione convenzionali richiedendo l'ausilio di ulteriori sistemi per l'isolamento termico e acustico.
Molto spesso, per contenere lo spessore dell'isolante, si ricorre a materiali di sintesi e non traspiranti che provocano condense all'interno dell'abitazione e la conseguente formazione di muffe, tanto dannose per la salute dell'uomo.
Troppo spesso gli edifici in cui viviamo nascondono pericoli che derivano dai materiali impiegati per anni dalla nostra edilizia. L'uso inconsapevole di prodotti chimici, associato alla scarsa ventilazione e alla ridotta traspirabilità dei materiali messi in opera, hanno reso i luoghi in cui passiamo le giornate poco salubri, mettendo a repentaglio la salute degli abitanti.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce "Sindrome da edificio malato" la combinazione dei disturbi associata al luogo di lavoro o di residenza, legati a tutti gli aspetti del "microclima" cui le persone sono esposte, che comprendono fra l'altro le condizioni di illuminazione, l'umidità dell'aria, il ricambio della ventilazione e la possibile emissione di alcune sostanze nocive dai materiali impiegati per la costruzione.
I sintomi più comuni legati alla sindrome da edificio malato sono: astenia, incapacità di concentrazione, cefalea, bruciore agli occhi, lacrimazione, irritazione delle vie aeree, delle mucose e della superficie epidermica, lievi sintomi di tipo allergico.
Secondo i dati ufficiali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il 20% della popolazione occidentale è vittima dei fattori inquinanti presenti all'interno delle abitazioni.
L'utilizzo di prodotti naturali e traspiranti è fondamentale per il benessere di tutti gli abitanti.

È fondamentale realizzare edifici che abbiano il minor impatto ambientale possibile, durante tutto il loro ciclo di vita, con materiali che non comportino spreco di risorse, grande produzione di CO2 e inquinamento durante la fase produttiva.
I tempi di realizzazione devono essere ridotti.
L'edificio una volta reso abitabile, deve garantire un bassissimo consumo energetico grazie ad un efficiente isolamento termico. L'abitazione deve essere confortevole e sana.
Il fine vita dell'edificio deve essere il più possibile riciclabile o biodegradabile.
Le abitazioni di canapa e calce sono sane, perché sono materiali edili naturali innocui per l'uomo.
La canapa e la calce non emettono sostanze inquinanti nocive e sono traspiranti al vapore acqueo.
Questo permette un ricambio d'aria naturale ed una equilibrata regolazione dell'umidità impedendo la creazione di condense e muffe.
La produzione di ogni m3 di Natural Beton®, inoltre, è assolutamente sostenibile in quanto sottrae dall'ambiente 60 kg di CO2.
La coltivazione della canapa, abbandonata anni fa ed oggi in ripresa, porta con sé importantissimi risvolti sociali, ambientali ed economici in diversi settori merceologici, grazie alla possibile creazione di filiere corte e di nuovi posti di lavoro: la canapa può essere coltivata praticamente ad ogni latitudine sul territorio italiano ed essere utilizzata in molti settori: edile, tessile, alimentare, farmaceutico, plastico, ecc..

Licenza Creative Commons   Le Schede Tecniche di Proitaca Srl sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.